top of page
  • AC Scuola Montessori APS

“L’avventura della moneta”: visita alla Mostra del MUDEM

di studentesse e studenti

1A Liceo delle Scienze Umane - opz. Economico/Sociale


La nostra redazione ha già avuto modo di raccontare la nuova iniziativa della Banca d’Italia che è in procinto di inaugurare il nuovo Museo della moneta (MUDEM). Si tratta di un museo dalla funzione non solo espositiva, ma in cui oltre ad apprezzare da vicino il pregiato patrimonio di beni culturali della Banca d’Italia, sarà possibile partecipare ad eventi e attività educative: una risorsa davvero preziosa per chi è interessato ad approfondire la propria conoscenza sull'economia e la finanza, in modo suggestivo.


In attesa che Villa Hüffer, sede del MUDEM, apra le porte ai visitatori nel 2025, i ragazzi del nostro Liceo hanno avuto modo di visitare la mostra “L’avventura della moneta”, una sorta di anticipazione di quello che si potrà vedere dal prossimo anno.


Si tratta di una mostra, ideata da Paco Lanciano e Giovanni Carrada, che si articola in nove sale attraverso cui ci si immerge, accompagnati da voci narranti, immagini, oggetti esposti, luci e suoni, in un viaggio alla scoperta della storia della moneta e della finanza, in un esemplare connubio tra storia e tecnologia.


La mostra ha superato tutte le aspettative dei nostri ragazzi e noi desideriamo condividere con i nostri lettori le loro considerazioni sull’esperienza.


La mostra è stata molto interessante ed istruttiva personalmente ho apprezzato molto le ricostruzioni storiche in particolare quella della Repubblica di Weimar.” (Corrado)


Sulle banconote venivano raffigurati personaggi illustri del tempo, tra cui Maria Montessori” (Matilde)


Dato che c’è meno argento (nelle monete) i prezzi aumentano” (Claudio).


Mi è sembrato di tornare indietro nel tempo per avventurami nell’evoluzione dell’economia di scambio”. (Francesco)


L’esperienza oltretutto è davvero bella e consigliata anche perché intrattiene non solo i più grandi ma anche i più piccoli che magari non sanno molto sull’argomento, visto che si fonda sull’utilizzo di tecniche immersive e sulla presenza di una voce narrante che ti accompagna in tutto il percorso con un linguaggio semplice e diretto è adatto appunto anche a chi ha poca familiarità con l’argomento”. (Chiara G.)


“Abbiamo visto la composizione del sistema economico che ci è stato spiegato attraverso una bicicletta smontata e legata con dei fili al soffitto.” (Mattia)


Mi è piaciuto molto…ho capito tante cose e mi sono divertita” (Claudia)


Questa esperienza per me è stata utile per collegare la teoria studiata sui libri a degli esempi pratici di vita reale con collegamenti spaziali e temporali, rendendomi conto che l’economia viene utilizzata in gran parte delle nostre azioni quotidiana.” (Francesco)


La visita è molto interessante e l’utilizzo di tecniche innovative aiuta la comprensione di concetti non sempre familiari e semplici per i visitatori anche più giovani” (Chiara C.)


L’esperienza mi è piaciuta molto perché è stata molto interessante” (Lucrezia B.)


Le sale raccontano l’importanza dell’economia e della finanza, che sono nascoste dietro ogni cosa del nostro quotidiano: tutto può funzionare solo grazie ad una rete di relazioni e collegamenti, che permette, tra l’altro, di spostare nel tempo e nello spazio le risorse monetarie.” (Lucrezia S.)


A parte la bellezza…le cose sono spiegate così bene che ho capito tutto, sala per sala, senza alcun problema” (Maria)


L’economia funziona grazia alla rete di pagamenti. In tutto ciò, l’economia senza la finanza si fermerebbe”. (Tommaso)


Ho trovato questa esperienza molto intrigante …e anche molto utile per il futuro” (Mercedes)


Possiamo dire che l’economia è una invisibile rete di comunicazioni” (Olivia)


Personalmente la visita è piaciuta molto perché ho potuto imparare nuove cose in modo diverso e perché ho potuto vedere oggetti del passato che ho studiato”. (Silvia)


Un’esperienza affascinante e illuminante, durante la quale abbiamo avuto l’opportunità di immergerci nel passato attraverso il fascino delle monete antiche e la loro importanza nella storia dell’umanità. Attraverso questa gita abbiamo acquisito una comprensione più profonda del ruolo della moneta nella storia dell’umanità, con le sue implicazioni culturali, politiche e sociali, e dell’importanza di preservare e studiare il nostro patrimonio culturale.” (Valentina)




33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page