top of page
  • AC Scuola Montessori APS

La squadra de I MATADOR si racconta. Non basta dire olè per ammazzare il toro.


di Fiona Pulaj, Giulia Lettieri, Fabio Musso, Matteo Greganti

3B Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate



Arrivare alla finale di un progetto mai svolto precedentemente? Beh, grandioso!


La scala di difficoltà da 1 a 10? Decisamente 10.


Oggi cari lettori vi raccontiamo del progetto del Debate in cui la mia classe è stata coinvolta, e di conseguenza, dell’esperienza particolare che principalmente la squadra dei Matador ha potuto vivere!

Tutto è iniziato durante una mattinata nuvolosa di ottobre in cui la nostra prof.ssa Schio, ha comunicato ufficialmente alla classe la partecipazione alla gara del Debate.

Per chi non lo sapesse, si tratta del confronto tra due squadre, le quali sostengono e controbattono un’affermazione o un argomento assegnatogli, ponendosi pro, oppure contro.

Insomma, noi eravamo agli inizi del terzo anno, capiteci se vi diciamo che chiaramente è stata una sorpresa inaspettata in tutti i sensi!

Provavamo paura di non essere all’altezza di un progetto così importante, ma, nonostante ciò, sinceramente all’inizio l’abbiamo presa con abbastanza tranquillità.

La prof.ssa ci ha spiegato come era nato il Debate, come ci potessimo lavorare sopra, e ci ha dato una mano nell’iniziare a capire il meccanismo di questa esperienza.

Soprattutto però, una delle primissime frasi che ci disse appena entrata in aula, era che rispetto ad altre classi, lei ci reputava una classe pronta per svolgere un progetto come il Debate e che di conseguenza ci aveva scelto…

Quell’atto di fiducia probabilmente è stato ciò che ci ha incoraggiati il necessario per poter intraprendere, con un po’ di incoscienza, la strada che ci ha portato alla finale.

Il nome che portiamo, ovvero “I Matador” è nato in classe.

Non riuscivamo a trovare un nome per la squadra e scherzando Daniele lo ha proposto, ci è piaciuto e abbiamo deciso di tenerlo.

Poi ci siamo giurati che saremmo arrivati lontani.

In effetti siamo stati in grado di mantenere tale promessa o “giuramento”, chiamatelo come più vi aggrada.

La prima eliminatoria è stata la “sfida” che abbiamo svolto con più serenità.

A partire dalla seconda eliminatoria la difficoltà aumentava, l’ansia e lo stress pure…… ma anche la voglia di vincere, pure se portare avanti questo, insieme agli altri numerosi impegni, non è stato facile da affrontare, soprattutto psicologicamente.

Arrivati in semifinale avevamo consolidato il fatto che ormai ci avevamo preso la mano, ma poi vedere che nel foglio del verdetto finale il nome della nostra squadra era indicata come vincitrice, è stata una soddisfazione che non sappiamo esattamente descrivere.

Avevamo appena battuto un quarto!!

E non eravamo di certo mentalmente pronti per arrivare ad un evento così significativo e rilevante come la Finale del Debate.


Il 20 maggio 2023 rimarrà indimenticabile ed impresso nelle nostre menti: noi contro un quinto; l’ansia che ci divorava; un mix di emozioni diverse inspiegabili; il cuore a mille; la paura di non essere abbastanza capaci per poter competere contro una classe tostissima come la 5B SAP.


La Finale consiste in due gare diverse: l’Impromptu, preparato all’incirca in un’ora durante quella stessa mattinata, e il Prepared Debate per il quale ci eravamo preparati mesi prima sia sui pro che sui contro.

Nonostante tutte le emozioni contrastanti, abbiamo vissuto pienamente la gara e abbiamo cercato di dare il nostro massimo in tutto e per tutto.

Avere una giuria di un livello altissimo e i genitori/professori come pubblico, non ha facilitato l’ansia anzi, possiamo quasi dire che l’abbia alimentata ancora di più.

Nonostante questo, possiamo dire con fierezza che siamo stati all’altezza del progetto.

Ci siamo divertiti, è stata una gara combattuta fino alla fine.

Una gara in cui non siamo usciti vincitori, ma abbiamo lottato con tutte le forze per riuscire ad onorare il secondo posto.

Tutto questo non sarebbe stato possibile senza la prof.ssa Schio che ci ha accompagnati in questo meraviglioso viaggio, ci ha sostenuti moralmente e ci ha spinti a dare il nostro meglio e senza la nostra bellissima 3B SAP che ringraziamo per esserci stata sempre fin dall’inizio; ed infine anche la 5B SAP per essere stata un’avversaria così degna ed abile, che ha lottato e non ci ha sottovalutato né ci ha trattato da “piccoli”; auguriamo il meglio ad ognuno di loro e un grandissimo in bocca a lupo per gli esami!


Per quanto riguarda il Debate, preparatevi all’anno venturo, come dice la nostra prof. (che ci ha prospettato gare intorno al mondo….), perché non siamo consapevoli degli obiettivi altrui, ma il nostro è ormai sicuramente quello di VINCERE!!!!


Perciò…. alla prossima ragazzƏ!!! E buone vacanze a tuttƏ!!!

35 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

STUDENtiAMO

Comments


bottom of page