top of page
  • AC Scuola Montessori APS

CONSIGLI DI LETTURA

di Alessandra Gigliotti

docente di Italiano e Latino presso il Liceo Statale "Maria Montessori"


  • Castelli di rabbia di Alessandro Baricco


Scheda: A Quinnipak c'è una locomotiva di nome Elizabeth, la locomotiva del signor Rail. A Quinnipak si suona l'umanofono, lo strumento del signor Pekish. Quinnipak è un luogo che non esiste ma che, inevitabilmente, lascerà un segno in chi avrà modo di vagare con la mente per le sue strade.


Riflessione da lettrice: Ci sono luoghi reali o fantastici che lasciano un segno indelebile in chi ha la fortuna di immergervisi. Questo accade a tutti i protagonisti che in quella realtà ci vivono.. Da leggere tutto d'un fiato.


  • Il rumore della pioggia di Gigi Paoli

Scheda: Sono ormai alcuni giorni che Firenze è sferzata da una pioggia battente e, come se non bastasse, la visita del presidente israeliano ha completamente paralizzato la città. Carlo Alberto Marchi, un noto cronista di giudiziaria, è intrappolato nella sua auto che da casa lo porta al Palazzo di Giustizia, quando apprende che in un antico palazzo di via Maggio, la famosa strada degli antiquari, un anziano commesso è stato assassinato. La notizia è troppo succulenta perché l’astuto cronista possa ignorarla. Inizia così una lunga indagine che lascerà tutti col fiato sospeso.

Riflessione da lettrice: Cosa unisce un caso irrisolto degli anni ‘90 a un romanzo dal ritmo adrenalinico è incalzante come questo? Ma soprattutto il lettore sarà in grado di capire a quale caso mi riferisco? Criminologi e appasionati di crime che la sfida abbia inizio!


  • UN CLASSICO

Anna Karenina di Lev Tolstoj

Scheda: Anna, l’eroina che dà il titolo al romanzo, è una donna dell’alta società di San Pietroburgo sposata con il freddo e arido funzionario Karenin, che incontra e si innamora perdutamente del giovane ufficiale Akeksej Vronskij. Questo amore travolgente spinge Anna a fare una scelta coraggiosa, anticonformista e scandalosa: abbandona la famiglia e fugge con l’amante. Da questo momento quello che all’inizio appare come un sogno d’amore si trasforma in un vero e proprio incubo. La vita e la mente di Anna iniziano a sgretolarsi poco a poco fino al finale prevedibile ma sempre sconvolgente.


Riflessione da lettrice: Chi ha mai amato una volta nella sua vita non può non leggere questo romanzo per il semplice motivo che, una volta letto, potrà capire che forse non ha mai davvero provato sulla sua pelle cosa sia il vero amore, quello con la a maiuscola.


  • UNA CHICCA

Cattive di Camila Sosa Villada


Scheda libro: Camila è una donna che ama, soffre, lotta. Camila è Cristian, un bambino che si prova di nascosto i vestiti della madre, i rossetti, gli orecchini, e trema alle sfuriate del padre. In questo romanzo asciutto e drammatico è raccontato la storia di Camila e del gruppo di donne trans che diventerà la sua famiglia: c'è La Zia Encarna, madre protettrice con i seni gonfi di olio motore, c'è María la Muta, che sogna di volare, c'è La Machi, capace di curare ogni male. Ci sono le notti senza fine, le botte dei clienti, gli insulti, le fughe dalla polizia. C'è la scoperta di sentirsi diversi, il rifiuto dei genitori, la solitudine, la povertà. C'è un'ironia caustica, c'è tutta la gioia di un'identità finalmente propria e la voglia di vivere di un corpo che rinasce, che fiorisce.


Riflessione da lettrice: questo libro non è per tutti e non solo per la crudezza della narrazione ma per la drammaticità dei fatti narrati e per la consapevolezza che si porta dietro uno scritto così personale e umano. Leggerlo è una vera e propria sfida contro se stessi, il mondo che ci circonda e la morale che ci ha allevato e nutrito. Avete il coraggio di raccoglierla?


  • MENZIONE SPECIALE

Come d’aria di Ada D’Adamo


Scheda libro: “Come d’aria” racconta di una figlia il cui destino è segnato sin dalla nascita da una mancata diagnosi; e di una madre che, sulla soglia dei cinquant’anni, scopre di essersi ammalata. Un romanzo d’esordio, quello di Ada d’Adamo, in cui tutto passa attraverso i corpi”


Riflessione da lettrice: Ci sono opere che andrebbero lette senza ma e senza se…




22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page